Sbiancamento Ano: Chi Lo Fa?

chi-fa-lo-sbiancamento-anale

Lo sbiancamento dell’ano oggi rappresenta una tendenza più che attuale, intrapresa sia dagli uomini che dalle donne. Si tratta di una procedura che trova un target piuttosto ampio di persone interessate. E in effetti lo sbiancamento anale è un sistema che ha alla sua base molti perché e molte ragioni utili.

Di contro, è anche un argomento oggi un po’ tabu, del quale in pochi parlano. Ecco perché, nella nostra guida, ti spiegheremo chi fa lo sbiancamento anale. Se ti ritrovi nelle situazioni ipotetiche che ti elencheremo qui di seguito, lo schiarimento dell’ano potrebbe essere la soluzione giusta per te.

Sbiancamento anale: chi lo fa?

La pelle chiara in corrispondenza della zona anale attira molte persone. È una prospettiva che nasce da un fattore “strumentale” e logistico nell’industria del porno, ma che si è poi diffuso a macchia d’olio anche presso le persone comuni. Si comincia dicendo che schiarire l’ano è un’operazione che, al momento, coinvolge sia gli uomini che le donne.

In certi casi solo per moda, ma nella maggior parte delle situazioni per una questione di natura estetica, e addirittura di pulizia. C’è anche chi sbianca l’ano per una questione di fiducia in se stesso e di autostima. Ad ogni modo, è bene approfondire ogni singolo caso.

Lo sbiancamento anale e l’industria del porno

I primi che hanno sbiancato l’ano, e che tutt’oggi continuano a farlo, sono le pornostar. Un tempo i film porno venivano girati con gli attori al naturale, dunque con tutti i peli al seguito. Le mode moderne hanno invece cambiato radicalmente questa abitudine, portando nel mondo del porno la ceretta e la depilazione integrale.

Un discorso che ha riguardato sia gli attori che le attrici. L’assenza dei peli localizzati nella zona dell’ano ha ovviamente portato a vista il problema del retto inscurito. Il fatto dell’ano a vista, per molti e per molte, ha portato alla nascita di un pensiero di natura estetica.

Nel senso che, in assenza di peluria, queste zone spiccavano troppo per non essere notate dagli spettatori. Di conseguenza, l’industria del porno si è ingegnata per trovare una soluzione e per risolvere questo fastidioso inestetismo della pelle.

La soluzione è stata proprio lo schiarimento delle aree rettali, che oggi avviene grazie ad alcuni prodotti come le creme e i gel specifici per lo sbiancamento. È bene specificare gli altri fattori che hanno contribuito al boom di questa moda. Fattori che, almeno in questo caso, hanno connotati unici e irripetibili.

Si parla, nella fattispecie, di una questione di regia e di modalità dei porno. Con il passare del tempo, le inquadrature degli attori si sono fatte sempre più stringenti e dettagliate. Basti poi pensare alle nuove tecnologie come l’HD e l’Ultra HD, che hanno reso ancor più evidenti i dettagli delle inquadrature.

Allo stesso tempo, il sesso anale è diventato sempre più comune nel mondo del porno, spingendo dunque la zona rettale sempre più spesso in primo piano. Di conseguenza, i produttori e gli attori sono stati quasi costretti a trovare un rimedio al problema.

Dal porno alla vita di tutti i giorni: la pulizia

Molti uomini e molte donne potrebbero farsi questa domanda: perché chi non lavora nell’industria del porno dovrebbe ricorrere alle creme per lo sbiancamento dell’ano?

Le risposte sono diverse, e cambiano in base alle specifiche esigenze di chi sceglie (o dovrebbe scegliere) questa strada. Innanzitutto si tratta di una questione di “pulizia” durante i rapporti intimi. Spesso un ano scuro viene visto, a torto, come il sintomo di una scarsa igiene personale.

In realtà non è affatto così: se hai letto la nostra guida su come funziona lo sbiancamento anale , sai già perché l’area dell’ano tende a farsi più scura nel tempo. E ciò non è dovuto all’igiene, ma a fattori fisici e organici legati alla pigmentazione della cute.

Chi sbianca l’ano lo fa per autostima e rispetto altrui

Quindi, chi desidera apparire pulito durante un rapporto sessuale spesso decide di optare per la depilazione e in seguito per lo sbiancamento dell’ano. È un discorso che tocca sia il mondo femminile, sia quello maschile. Nel caso delle donne, poi, esistono altre soluzioni come lo sbiancamento della vagina: essa avviene per la stessa ragione, ma esula dal nostro tema centrale e dunque eviteremo di trattarla.

La pulizia dell’area anale produce poi un secondo risultato, stavolta legato all’autostima. Chi teme per l’aspetto del proprio retto, vive in tensione il rapporto sessuale. Potendo contare su una perfetta estetica dell’ano, il suddetto appare più sciolto e dunque più performante e divertente.

In chiave estetica, lo schiarimento anale può essere visto al pari di qualsiasi trattamento cosmetico per il viso. Anche se, com’è ovvio che sia, con le debite differenze.

È anche una questione di disponibilità nei confronti del proprio partner: magari una persona si sente a suo agio con un ano scuro, ma teme che ciò possa non piacere al ragazzo o alla ragazza con cui sta. Chi fa lo sbiancamento anale, quindi, lo fa anche come una forma di rispetto nei confronti del proprio partner.

Una questione di estetica in estate

La ceretta brasiliana oggi va molto di moda, e prende questo nome da una consuetudine delle donne latino-americane: ovvero lo sfoggio di costumi molto particolari, come il tanga o il perizoma.

Si tratta di una moda che da anni ha invaso anche il continente europeo, Italia compresa. Un numero sempre più alto di donne (e anche di uomini) ama indossare questi costumi, in quanto si rivelano particolarmente gratificanti per chi ha un bel fisico da sfoggiare. Chi indossa un tanga o un perizoma, però, ha anche il problema delle zone circostanti l’ano a vista.

Spesso questi indumenti, piccoli e con poca stoffa, espongono alla vista altrui non tanto l’ano, quanto le zone che si trovano nelle sue vicinanze. Di riflesso, si ripropone ancora una volta una problematica di natura estetica, di autostima e di apparente “pulizia”. Per questo motivo, lo schiarimento intimo ha visto un ulteriore boom di persone che lo scelgono.

Anche per via del fatto che una zona di questo tipo, quando appare chiara alla vista, valorizza la sensualità di chi indossa quella particolare tipologia di costume.

I rapporti anali fra le coppie omo ed etero

I motivi visti finora sono facilmente applicabili anche alla pratica del sesso anale, quando essa esce dai film porno e si manifesta nella quotidianità delle persone comuni.

Molte coppie etero o omosessuali praticano questa forma di intimità, dunque l’ano diventa un protagonista molto importante della soddisfazione e del piacere reciproco. Non è poi detto che debba essere per forza una questione di penetrazione “organica”.

Altre coppie, pur non praticando il sesso anale, amano impegnarsi in giochi erotici che contemplano l’uso di giocattoli e di altri oggetti di questo tipo. È chiaro che, nelle suddette situazioni, vantare un ano schiarito offre i soliti vantaggi elencati in questa guida.

Conclusioni sulla depilazione e lo sbiancamento

Nell’articolo di oggi, abbiamo avuto modo di scoprire il target delle persone che scelgono questa pratica. Chi fa lo sbiancamento anale, dunque, non lo fa tanto per moda quanto per motivi abbastanza concreti e importanti.

Dall’autostima alla pulizia, passando per la sensualità e per la voglia di fare un regalo al proprio partner, fino ad arrivare ovviamente al sesso. Questo spiega perché ci si trova di fronte ad una tendenza molto attuale, ricercata sia da uomini che da donne.

È bene concludere sottolineando che il discorso parte, sempre e comunque, dalla ceretta e dalla depilazione. È una pratica che valorizza il tono roseo della pelle, e che denota un grado di pulizia molto apprezzato da entrambi i partner.

Purtroppo, questo tono poi finisce spesso per entrare in conflitto con le zone scure dell’ano, creando un contrasto molto negativo ed evidente da un punto di vista estetico. In conseguenza, lo sbiancamento diventa un modo per coprire questa delusione e per completare l’opera iniziata con la ceretta brasiliana.