Sbiancamento anale fai da te

sbiancamento-anale-fai-da-te

Nel nostro blog sullo sbiancamento anale abbiamo deciso di proporti una serie di guide utili su questo argomento.

Fra queste è interessante approfondire dove si fa lo sbiancamento dell’ano, e se è possibile farlo in casa. Si possono tranquillamente saltare i preamboli, perché la risposta è positiva: grazie alle creme depigmentanti, chiunque può imparare come fare lo sbiancamento anale fai da te. Ed è proprio quello che ti illustreremo oggi.

Una premessa sullo sbiancamento intimo

Molti potrebbero non capire il perché di questa volontà. Eppure sono diverse le persone che oggi optano per lo sbiancamento della zona anale. Si parla sia di uomini che di donne, per via di una vasta gamma di ragioni. Sbiancare l’ano, difatti, aiuta a sentirsi più puliti e più sensuali durante i rapporti intimi.

Il fatto che questa operazione possa essere fatta in casa, poi, ha aumentato il numero di individui che hanno deciso per lo sbiancamento. Costa poco, è semplice e non produce effetti collaterali, a patto di usare i prodotti giusti. Si tratta comunque di un processo delicato, che richiede una guida e una serie di consigli.

Dove si fa lo sbiancamento anale

Il processo di sbiancamento può essere effettuato seguendo diversi metodi. Fra queste opzioni alcune potrebbero adattarsi a te, altre no. Quindi, per prima cosa, ti conviene studiare quali sono per poter cominciare a prendere confidenza con questo mondo.

Dopotutto, trattandosi di una procedura molto particolare e intima, è giusto rompere il ghiaccio prima di iniziarla. Le opzioni a tua disposizione sono le seguenti:

  • Applicazioni topiche con farmaci a base di retinolo (presso le cliniche).
  • Trattamenti laser e microdermoabrasione (presso le cliniche).
  • Trattamenti tecnici effettuati da medici specialisti.
  • Trattamenti per lo sbiancamento anale fai da te (da fare a casa).

Da questa lista puoi già capire una cosa: o scegli di affidarti ad un professionista, andando in clinica, oppure opti per una soluzione casalinga.

È ovvio che le procedure specialistiche sono le migliori, ma costano molti soldi. Il prezzo di questi trattamenti per sbiancare l’ano, difatti, può anche superare i 1.000 euro. A meno che tu non abbia intenzione di spendere cifre molto elevate, ti converrà scegliere i prodotti e le creme per lo sbiancamento fai da te.

È una soluzione consigliata anche a chi ha paura dei rischi associati alla chirurgia, e a chi desidera una opzione decisamente meno invasiva. Anche la privacy viene premiata da questa scelta.

Fra le altre cose, i trattamenti fai da te per lo sbiancamento intimo si dimostrano davvero efficaci. Almeno quanto quelli che di solito vengono effettuati presso le SPA e i saloni di bellezza. Inoltre, hai la certezza di farli in un luogo pulito e degno di fiducia (la tua casa).

Chirurgia o trattamenti casalinghi fai da te?

Adesso che sai dove si fa lo sbiancamento anale, è bene passare ad un approfondimento sulle due possibili scelte: dunque sulla convenienza o meno del trattamento chirurgico, rispetto a quello da fare a casa. Quando si parla di chirurgia, lo svantaggio principale non è tanto il prezzo del trattamento, quanto il rischio.

È ovvio che un costo così alto fungerà da barriera d’ingresso per molti, ma ciò che conta di più è chiaramente la salute. Trattandosi comunque di un trattamento chirurgico, è sempre presente una possibilità che le cose possano non andare bene. Però va detto che, se ti rivolgi ad uno specialista, i rischi sono minimi e il risultato garantito.

Di contro, un trattamento sbiancante fatto a casa è ugualmente efficace. E soprattutto non comporta tutti i rischi e i costi che invece appartengono ai trattamenti chirurgici.

Esistono, infatti, diverse creme naturali che ti consentono di sbiancare l’ano in modo veloce e sicuro. Non possiedono controindicazioni, e sono semplicissime da usare, in quanto si limitano ad un’applicazione topica sulla pelle dell’ano. Non si tratta però di soluzioni definitive. Ciò vuol dire che dovrai ripetere periodicamente questi trattamenti casalinghi.

Cosa devi sapere prima di farlo a casa

Come ti abbiamo spiegato poco sopra, è possibile approcciare un trattamento fai da te senza tutti i rischi e le spese della chirurgia. I gel e le creme per lo sbiancamento intimo possono essere usate a casa, senza problemi. C’è una cosa, però, che devi sapere. Non tutti i prodotti di questo tipo sono esenti da rischi.

Le creme a base di elementi chimici, ad esempio, possono risultare cancerogene per via della presenza del mercurio. Inoltre, altri elementi come l’idrochinone possono provocare bruciore e cicatrici. Puoi approfondire l’argomento leggendo questa guida sui pericoli dello sbiancamento anale con i prodotti chimici [anchor text link articolo corrispondente].

Al contrario, i prodotti 100% naturali non causano alcun effetto collaterale. Questo perché non contengono sostanze nocive per la pelle. Poi è bene che tu sappia questo: è probabile che dovrai fare più di un trattamento sbiancante fai da te. Il tutto per ottenere un tono di pelle ideale.

Se questa è la tua prima volta, di sicuro avrai il desiderio di ottenere l’aiuto di qualcuno. E in effetti è consigliabile, al primo giro, farsi supportare da una seconda persona. Puoi chiederlo al tuo partner, ad esempio.

Se invece preferisci mantenere la tua privacy, puoi anche procedere da solo. Altra cosa importante: assicurati sempre di aver letto attentamente le istruzioni riportate nel libretto informativo del prodotto.

Come sbiancare l’ano a casa

Lo sbiancamento anale fai da te ti consentirà di schiarire la cute che si trova intorno al tuo ano. È pensato per uno scopo cosmetico, per poter rendere questa parte di pelle in linea con il resto della tua carnagione.

Di contro, approcciare questo trattamento richiede un po’ di pratica e una guida su come procedere. Qui di seguito potrai leggere i diversi step da intraprendere:

  1. Per prima cosa dovrai detergere con cura la zona e radere l’area interessata.
  2. In secondo luogo assicurati di non avere ferite o escoriazioni, come le ragadi anali.
  3. Fatto questo, devi applicare la crema sulla zona fino al completo assorbimento.
  4. Infine, devi attendere circa 3-4 settimane per poter ottenere risultati visibili.

Quando sbianchi le regioni anali, la cosa più importante è trovare un prodotto naturale che possa darti risultati garantiti e sicuri per la tua salute.

È chiaro che un prodotto di questo tipo richiede comunque del tempo per poter agire. Quindi dovrai avere un po’ di pazienza e attendere che il processo di sbiancamento faccia il suo corso naturale.

Inoltre, come ti abbiamo spiegato poco sopra, devi sempre leggere le istruzioni d’uso della crema. Alcune persone potrebbero essere difatti allergiche o sensibili agli elementi presenti nella formula, anche se naturali. Per questo motivo, ti consigliamo di consultare sempre un medico prima della loro applicazione.

Creme per lo sbiancamento dell’ano come la Star White [anchor text link recensione] rappresentano la soluzione migliore. Questo perché si tratta di prodotti ad hoc, formulati per farti ottenere dei risultati di ottimo livello.

Trattandosi di creme o gel contenenti solo elementi naturali, non ti espongono a rischi e sono indicatissime anche per una questione di privacy. Inoltre costano poco, perché il loro prezzo si aggira intorno ai 35 euro. Usando queste creme, dunque, non avrai alcun tipo di problema o imbarazzo.

Prima di proseguire, vogliamo ancora una volta specificarti l’importanza della formulazione 100% naturale. Leggi sempre con grande attenzione la lista degli ingredienti riportati sulla confezione, ed evita i prodotti con percentuali di candeggina o altre sostanze chimiche come l’idrochinone. Questi ultimi possono causare bruciore, irritazioni della pelle e anche eruzioni cutanee.

Gli altri rimedi fai da te per sbiancare l’ano

Le creme sono assolutamente da preferire. Detto questo, esistono anche altri prodotti che puoi usare a casa, e che possono aiutarti con lo sbiancamento. Chiaramente si parla di altri rimedi naturali, quindi del tutto privi di rischi o controindicazioni. Inoltre sono facilissimi da reperire, trattandosi di alimenti.

Comunque, prima di procedere con la lista, ricordati sempre che qualsiasi prodotto organico può avere degli effetti collaterali, a seconda di chi li usa.

Arance e limoni

Frutti come le arance e i limoni sono ricchi di vitamina C. Sono utilissimi per sbiancare la zona anale, e non a caso si trovano spesso all’interno delle creme sopracitate. Il motivo sta nel fatto che questi alimenti influenzano l’iper-pigmentazione della pelle. Come si usano? Basta spremerli e applicare il succo intorno alla pelle, usando un batuffolo di cotone.

Volendo, puoi anche strofinare una fetta di limone direttamente sulla zona. Poi devi far passare circa 20 minuti, e in seguito detergere l’area con sapone e acqua tiepida. Se la pelle è delicata o irritata, evita di usare questi succhi, perché possono bruciare molto.

Calamansi

Il Calamansi, noto anche come Calamondino, è un frutto ibrido somigliante ai cedri e ai limoni. È anch’esso ricco di vitamina C, dunque può aiutare a schiarire in modo naturale i pigmenti della pelle intorno all’ano. Basta spremere il succo su un batuffolo di cotone, e passarlo sulle zone interessate.

Puoi usare anche le fette di Calamansi, proprio come faresti con un limone. In pratica, le regole sono le stesse che abbiamo visto poco sopra. Questo frutto ha alcune proprietà naturali uniche al mondo. È ottimo per aiutare la pelle a rigenerarsi, questo per via del suo potere esfoliante.

In sintesi, consente alle nuove cellule cutanee di prendere il posto di quelle vecchie. Purtroppo ha un’azione sbiancante molto lenta, ma è un difetto comune a tutti i frutti.

Papaya

Anche la papaya è un ottimo prodotto sbiancante naturale, fra l’altro molto popolare nei paesi asiatici. I suoi elementi sembrano essere stati pensati per favorire lo sbiancamento della cute inscurita. Inoltre, anche la papaya ti permette di accelerare il processo naturale di rinnovamento delle cellule cutanee.

Cosa che ti aiuta ad ottenere lo sbiancamento delle aree intorno all’orifizio anale. Poi la papaya fa benissimo alla pelle, ed è da secoli che viene impiegata nel settore dello skin care. Quindi è comune trovarne l’estratto nei prodotti per lo sbiancamento. Per usarlo, devi rimuovere la polpa del frutto e utilizzarla come scrub. Dopo 5-6 minuti, puoi detergere la pelle dell’ano con acqua tiepida e sapone.

Pomodoro

Il pomodoro è un altro grande rimedio naturale per sbiancare l’orifizio anale. Questo perché vanta un’altissima concentrazione di vitamine A e C. Pure in questo caso puoi usare il pomodoro per strofinare la cute che circonda l’ano. Se desideri ottenere risultati più performanti, puoi mixare il succo di pomodoro al succo di limone.

Poi, come sempre, ti conviene procedere alla pulizia dell’ano con acqua tiepida e sapone. Considera che questa soluzione richiede dei mesi per produrre degli effetti visibili. Lo stesso dicasi per i rimedi visti finora. L’unica eccezione sono le creme sbiancanti che, come detto, richiedono pazienza ma sono comunque più veloci.

Olio di mandorle e olio di cocco

L’olio di mandorle e l’olio di cocco possono essere uniti al limone, per potenziarne gli effetti sbiancanti. Si tratta di uno dei mix naturali più efficaci in assoluto.

Volendo potresti anche usare questi due olii per creare uno scrub con la polpa di albicocca. Altre opzioni possibili sono il mix con succo di lime e yogurt, insieme alla farina d’avena.

Conclusioni

In questo articolo ti abbiamo spiegato dove sbiancare l’ano, e tutti i vantaggi dello sbiancamento anale fai da te. Grazie alle creme, difatti, puoi ottenere risultati molto positivi senza tutte le controindicazioni delle cliniche.

In sintesi, puoi spendere molto di meno e assicurare la tua privacy. Inoltre, non corri i pericoli legati ai trattamenti chirurgici. Infine, ricordati di scegliere solo creme affidabili e prive di elementi chimici.